baratto online


Cos'è lo scambio?

In economia per scambio si potrebbe sinteticamente intendere il dare un oggetto o un servizio che si possiede venendo ricambiati da un bene o un servizio che non si possiede.
Nella preistoria i primi atti economici tra gli uomini erano il baratto (scambio) fisico delle merci, con il problema evidente di riuscire a trovare un individuo che avesse bisogno del bene in offerta e che contemporaneamente possedesse qualcosa di valido da offrire in contropartita.

Per ovviare a questo inconveniente nacque la moneta cioé un bene accettato da tutti e che poteva essere considerato come una specie di unità di misura del valore delle merci. Lo scopo di ogni scambio è soddisfare i bisogni delle parti che, di conseguenza, decidono di instaurare tra loro un accordo di compravendita.
Info tratte da Wikipedia

Cos'è la permuta?

In diritto, la permuta è il contratto che ha per oggetto il reciproco trasferimento della proprietà di cose, o di altri diritti, da un contraente all'altro. (art. 1552 cod.civ.)
Sebbene si applicano, in quanto compatibili, le norme stabilite per la vendita (art. 1555 cod.civ.), la permuta differisce da quest'ultima in quanto lo scambio non avviene verso il corrispettivo di un prezzo, ma tramite il reciproco trasferimento della proprietà di cose o della titolarità di altri diritti.
La permuta, infatti, deriva da quella forma primitiva di scambio chiamata baratto.

Responsabilità dei contraenti

Tranne le norme generali, che richiamano la disciplina della vendita, la permuta è regolata in particolare in tema di evizione e di spese a carico dei contraenti.
Il permutante, se ha subito l'evizione e non intende riavere la cosa data, ha diritto, come per la vendita, al valore della cosa evitta, salvo in ogni caso al risarcimento del danno. (art. 1553 cod.civ.)
Infine, salvo patto contrario, le spese della permuta e le altre accessorie sono a carico di entrambi i contraenti in parti uguali, a differenza della vendita in cui, sempre salvo patto contrario, sono a carico del compratore. (art. 1554 cod.civ.)
Info tratte da Wikipedia

Cosa vuol dire gratis?

La locuzione latina Gratis et amore Dei, tradotta letteralmente, significa gratuitamente e per amore di Dio.

La locuzione usata nel linguaggio familiare, quando si da o si riceve qualche cosa senza che l'acquirente sia legato da alcuna obbligazione verso il donatore.
Si trova riportata al cap. XIV dei Promessi Sposi, detto da Renzo mentre mostrava un pane raccattato da terra dopo il saccheggio dei forni. Molto più diffusa, nel linguaggio comune, la forma abbreviata gratis.
Info tratte da Wikipedia

Torna a "Cos'è il baratto?"

Condizioni | Privacy | RSS |